Stalking in condominio

di | 08/08/2016

stalking-4Lo stalking condominiale si rafforza sempre più come reato penale. Lo dimostrano sempre di più le diverse denunce e le diverse sentenze.

In particolare, è l’art. 612-bis che contiene le norme sul cosiddetto reato di stalking – introdotto sei anni fa (con la L. 11/2009) nel nostro codice penale – ai commi 1, 2 e 3, (dopo successive modifiche).

Ma come si riconosce lo stalking? Lo stalking consiste in una serie di atti persecutori attuati nei confronti di una persona, tali da comportare nella vittima due principali conseguenze:

  • un grave e perdurante stato di ansia e timore;
  • un’alterazione delle sue abitudini di vita.

Ma quali possono essere tali atti persecutori?

A tal proposito è intervenuta anche l’Associazione Nazionale Amministratori d’Immobili che ha elencato a titolo esemplificativo alcuni atti che, laddove ripetuti volontariamente, possono causare turbamento e alterazioni negli altri condomini, come:

  • Telefonate mute;
  • Scampanellate;
  • Rumori molesti,
  • Appostamenti nell’androne con relative ingiurie
  • Dispetti sul pianerottolo o sui social networks

Ma allora cosa fare se ci si rende conto di essere oggetto di stalking da parte di un altro condomino?

Innanzitutto, avvertire l’Amministratore di condominio affinchè intervenga e redarguisca i condomini interessati. Qualora le minacce non cessassero, si può far ricorso  al Questore affinché proceda con lo strumento dell’Ammonimento, ossia convochi in Questura i condomini presunti stalker e li inviti a non proseguire oltre, con l’avvertimento che, laddove proseguissero, sarà possibile avviare indagini in ambito penale nei loro confronti anche in mancanza di querela da parte della vittima.

In alternativa è possibile sporgere Querela per Stalking nei confronti dei condomini persecutori allegando, eventualmente, non solo documentazione medica attestante il reale e tangibile stato di ansia e timore ma anche testimonianze di amici o parenti che hanno assistito alle persecuzioni o videoregistrazioni dell’accaduto.

Come indica anche l’A.N.AMM. bisogna stare attenti a non identificare lo Stalking in alcune semplici liti condominiali, ribadiamo che deve trattarsi di una reale persecuzione messa in atto da parte di un condomino con delle conseguenze precise che abbiamo descritto sopra.

a cura di Monica Baldini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.